Sala dei prodotti irraggiati

dispositivi medici grappoli tappi sughero
Ambito sanitario  Alimenti Oggetti comuni

 

Effetti e scopi del trattamento con radiazioni ionizzanti di derrate alimentari e relative dosi

Effetti del trattamento

Dose (kGy)*

Basse dosi (<< 1 kGy)

 

a) Inibisce la germogliazione di patate, cipolle e agli.

0,05 – 0,15

b) Sterilizza o distrugge insetti infestanti, larve e uova incluse, presenti in cereali, farine, frutta fresca e secca, leguminose ecc. impedendone la proliferazione. Ciò a scopo di quarantena e per prevenire perdite di prodotti.

0,15 – 0,7

c) Distrugge parassiti (elminti, nematodi inclusa la Trichinella spiralis e la Taenia saginata) in carni fresche di maiale prevenendo così malattie da parassiti.

0,3 – 0,5

d) Ritarda la maturazione di certi frutti e ortaggi.

0,25 – 1,0

e) Riduce i livelli di batteri innocui causa del deterioramento di carni fresche, pollame e prodotti ittici.

0,5 – 1,0

Dosi intermedie (circa 1-10 kGy)

 

a) Riduce il numero di batteri e funghi che causano il deterioramento di carni fresche, pollame, prodotti ittici e agricoli (es. fragole).

1,0 – 3,0

b) Elimina la muffa dai prodotti da forno (es. pane in cassetta).

2,0 – 4,0

c) Ritarda l’apertura del cappello e il deterioramento dei funghi.

2,0– 4,0

d) Distrugge batteri patogeni (es. Salmonella, Listeria, ecc.) in prodotti di origine animale (es. latte e uova in polvere), in cibi congelati (es. cosce di rana, gamberetti, pesci), eliminando il rischio di tossinfezioni.

3,0 – 10,0

e) Sterilizza spezie, vegetali e frutta disidratata, ecc. e il materiale per il confezionamento.

3,0 – 10,0

Alte dosi (circa 10-50 kGy)

 

a) Migliora la reidratazione di ortaggi disidratati, ecc.

10 – 50

b) Sterilizza carni a bassa acidità, pollame e prodotti ittici precotti e conservati in confezioni sigillate, eliminando così anche microrganismi sporigeni.

10 – 50

c) Sterilizza diete complete o componenti di tali diete per pazienti immunodepressi.

10 – 50

* Quando la radiazione ionizzante penetra in un materiale, tutta o parte della sua energia viene assorbita dal materiale. L’energia assorbita è chiamata dose assorbita e la sua unità di misura è il gray (Gy) definito come di 1 J  di energia assorbita da 1 kg di massa. 1 Gy = 1 J/kg

Back to Top